domenica 20 febbraio 2011


vorrei parole come pioggia,
fili d'erba che s'arrampicano e solleticano la mente
ma ho le mani vuote
e non sento più niente
e non sono più niente.

vorrei parole come coriandoli,
fiamme che volano in cielo e sorridono al giorno
ma ho la mente svuotata
e non so più niente
e non sono più niente


e sono bloccata,
in questo lento salire lassù,
da dove non vedrò altro che te
- irraggiungibile pensiero -
non ho più desiderio
ma sete,
e di parole vorrei saziare il momento,
l'attimo leggero in cui si compie un gesto
e resta quasi a mezz'aria,
lanterna nella notte
fiamma silenziosa
parola sospesa...

vorrei parole
per attaccarmi
a un altro giorno che muore

2 commenti:

pthewarrior ha detto...

vorrei parole come fiocchi di neve in un torrido giorno di agosto....
Bravissima Ele,ho cominciato a leggerle ieri sera ed ho continuato adesso.Debbo "farle lavorare", permettere che entrino in sintonia.Con questa è stato più semplice e di getto mi apre tantissimi "vorrei parole....parole sospese
mentre il rosso sole tramonta un altro giorno" p

Ele ha detto...

:)